Logo

Ivano Biasca, grafico, vignettista e artista, in arte Biascart, classe 1960

Formatosi come grafico (CSIA) nel 1981, ha lavorato per un decennio presso un notissimo Studio pubblicitario di Lugano, nel 1985 corona il suo sogno professionale aprendo uno Studio grafico a Savosa, durante questo periodo collabora come vignettista con Ia Rivista di Lugano ed altre testate del Cantone, nel 1993 disegna e pubblica un libro di vignette satirico-umoristiche intitolato "In punta di lapis" che toccano diversi e noti personaggi del mondo ticinese. Tali eventi lo rendono molto popolare sulla piazza luganese, poi inizia a dipingere in concomitanza ad una travolgente e dura storia di vita che lo cambia radicalmente nella mente e nella filosofia.
Profondamente toccato dall'evento e costretto a lasciare la sua amata professione Immaginedi grafico, piano piano si dedica completamente alla sua vera e vitale passione che é la pittura, passione e dono che aveva sin da bambino, e spronato dal padre Franz (classe 1929), anche lui artista dilettante, con Atelier a Tenerife (dal 1985) e spentosi sul luogo nel 2007. Biasca, artista di casa nostra, da sempre abitante di Savosa, ha avuto una crescita ed una formazione artistica da autodidatta.
All'inizio del nuovo millennio, incomincia a sfornare una collezione nuova ed inedita ogni anno e che lo porta a differenziarsi da tutti gli altri pittori per la sua grande creatività, venendo così considerato l'artista creativo. La sua spiccata dote è quella di incuriosire annualmente tutti i suoi visitatori, stuzzicandoli e rendendoli incredibilmente attratti con innovative collezioni.
Negli ultimi anni Biascart, al nome Biasca è stato aggiunto Art per differenziarsi dall’omonimo paese ticinese e per darsi un'impronta ed una personalità maggiormente artistica.
La sua grande sensibilità e l'innata voglia di creare lo portano nel suo primo decennio del nuovo millennio a toccare collezioni con temi, stili e tecniche sempre diverse e proponendo al pubblico opere che hanno toccato temi come: un omaggio al nudo femminile (figurativo), il figurativo animale, le emozioni nella vita in genere (futurista e surrealista), i ritratti e la sua fisiognomica (cubismo e futurismo), l'eruzione delle sensazioni (informale e astratto), il mondo immaginario (surrealista e in parte figurativo), svaligiare ricordi (naif e futurismo).
Biascart vive e lavora a Savosa.
Nel corso del 2011 crea una serie di dipinti intitolati "Vibrazioni dell'anima", una tecnica mista tra il figurativo e l'astratto con particolari applicazioni alla ricerca dell'energia e delle vibrazioni.
Ora, e dopo un lungo e ricercato processo di studio ed evoluzione nel suo percorso artistico, Biascart si abbraccia ad uno stile personalissimo ed unico nel campo artistico mondiale elaborando i suoi dipinti con una tecnica molto accattivante che lo porta ad accarezzare le sue opere ad olio con un panno di carta stropicciato ed incontrando di conseguenza una pittura tattile, capricciosa, sapiente, sofisticata e vera. La sua tecnica é pura emozione!
Nella sua breve ma già intensa carriera ha ottenuto diversi premi e brillanti risultati, grazie anche all'indispensabile ed instancabile apporto della moglie Chica, che con sue spiccate doti organizzative è un pilastro importantissimo nella vita dell'artista, andando così ad equilibrare e compensare le lacune fisiche dell'artista stesso e ad organizzare tutti gli eventi ed esposizioni al marito pittore.